Unicoop Firenze

L'iniziativa

Èuno spazio per gli editori toscani. In una sezione delle librerie dei grandi supermercati Unicoop Firenze ci sono le loro pubblicazioni. Sono una trentina di editori, messi insieme su iniziativa della Sezione editori dell’Associazione degli industriali, e coordinati dall’editore Polistampa.


Ogni casa editrice propone a Unicoop Firenze un ventaglio di titoli, tutti inerenti la Toscana o di autori toscani: gli argomenti spaziano dalla narrativa al turismo, dal teatro in vernacolo ai libri per bambini, dalla manualistica alla fotografia, dalla cucina al cinema, dalla storia alla botanica.


Sono circa 80 i titoli che ogni mese sono proposti sullo scaffale toscano dei punti vendita di Unicoop Firenze, un centinaio quelli nei grandi supermercati. Così si arricchisce la possibilità di scelta per i soci e consumatori, e si dà un’opportunità in più per gli imprenditori toscani.

Recensioni

Narrativa

La speranza correva a sinistra

Il ciclismo è una passione che può diventare una malattia. Questa può essere a sua volta contagiosa. Per fortuna che è una malattia innocua e dai riscontri positivi: non si è mai sentito un luminare della medicina affermare che salire in bici per una passeggiata più o meno lunga faccia male. La passione del ciclismo può trasmettersi di padre in figlio. Può anche mescolarsi alla politica e attraversare alcuni decenni di storia. Questo libro ne è la dimostrazione. Mescola accadimenti ciclistici ed eventi politici: Felice Gimondi che il 12 giugno del 1976 vince il giro d’Italia e otto giorni più tardi il Partito comunista arriva ad un soffio dalla Democrazia cristiana. Oppure quando parla di Enrico Berlinguer dal sorriso che “a volte lo illuminava d’immenso, come quello ...

Continua a leggere

Saggistica

Fatti e misfatti della famiglia Medici

Una mela al giorno toglie il medico di torno, ma non i Medici che, anzi, ci accompagneranno per tutto il 2018, con una elegante agenda che ogni settimana, con testi chiari, sintetici ma esaurienti, ci illustra fatti, aneddoti, personaggi, battaglie, opere d’arte che hanno contraddistinto la secolare storia dell’illustre casata fiorentina. Ce n’è davvero per tutti i gusti: dalla storia primigenia della famiglia che trova il capostipite in Giambuono e in uno dei successori, Giovanni di Bicci, l’autore delle prime gesta alla ri-fondazione di Livorno che doveva diventare il porto di uno Stato di terra con ambizioni da potenza marinara, dalla descrizione della Villa di Castello con le sue bellezze alla malaria che decimò una famiglia felice, quella di Cosimo I ed Eleonora d’Arago...

Continua a leggere

Saggistica

Tre storie, una storia

Tre crisi, tre rinascite. Le prime due (1918-25 e 1943-48) sono state conseguenti ai conflitti mondiali. La ripresa ci fu, ma è costata lacrime e sangue, anche perché la prima sfociò nella dittatura fascista. La terza (1989-92) è sfociata in Tangentopoli e forse non è ancora finita, aggravata da una crisi dei valori, delle ideologie e dell’economia. Troppo Stato e poco governo, dice l’Autore, sottolineando numeri impietosi: 121 esecutivi in 150 anni. Il federalismo e i governi tecnici: un bene? Un male?. L’Italia e l’Europa. Quale il giusto rapporto? E poi l’Europa funziona? Potrà funzionare? Non si capisce come considerare la globalizzazione. Come sempre, ci sono aspetti negativi e positivi: avere tutto a portata di mano amplia le conoscenze, allarga gli orizzonti e...

Continua a leggere

News ed eventi

Il romanzo di Ciarleglio a Bagno a Ripoli

Giovedì 23 novembre alle 21.15 al Circolo Boncinelli (via di Ripoli 207, Firenze) s arà presentato   l lato buio del giardino , il nuovo  romanzo di Franco Ciarleglio , edito da Mauro Pagliai. Insieme all'Autore interverranno lo storico Luciano Artusi e l'attore e regista Lorenzo Andreaggi.

Con  Il lato buio del giardino , Ciarleglio abbandona la storia locale, di cui è profondo conoscitore, per approdare nel territorio della narrativa, raccontando una storia misteriosa e sorprendente, non priva di risvolti autobiografici.

 Protagonista dell'opera è un uomo ormai deluso dalla vita, che dopo la fine di un matrimonio si rifugia nel lavoro e conduce un'esistenza tutto sommato superficiale, ma non priva di elementi insoliti e inquietanti: come la madre scomparsa da pochi mesi che gli si manifesta più volte e in modi diversi. O quell'uomo anziano che lo aspetta ogni sera su una panchina per rivelargli verità impossibili da conoscere. E ancora, una giovane donna dallo strano aspetto e dal triste passato... Tutti personaggi che però hanno un ruolo preciso in una storia dove misteri, segreti, passioni, inquietudini e speranze si mischiano e si fondono nella parte più buia del giardino di una grande città.

  • 21 Novembre 2017

Dove trovare i libri dello scaffale Toscana da leggere