Laureata in filosofia nel 1986 presso l'Università di Firenze. Ha lavorato presso riviste di settore ed ha collaborato con l'Informatore Coop Unicoop Firenze con articoli, correzione di bozze, editing e redazione televideo. Ha formazione "nell'area dell'intercultura e della facilitazione delle interazioni comunitarie", ha frequentato il Laboratorio di comunicazione e avvio al giornalismo per adulti italiani e stranieri", organizzato dall'agenzia Eform e dalla rivista Testimonianze. Insegna in corsi per stranieri Lingua e Cultura italiana. È tornata a collaborare con Unicoop Firenze per redazione pubblicazioni, correzione bozze e editing, e per la produzione di comunicazione (cartacea e web) dell'iniziativa Il dì di festa.    

Manifesto del 1970- Archivio Unicoop Firenze

Nell’archivio di Unicoop Firenze, fra i documenti della zona di Empoli immediatamente precedenti l’unificazione con Unicoop Firenze, si trova il materiale destinato alla comunicazione di un nuovo servizio offerto ai soci, ossia la possibilità di depositare cifre anche modeste con interessi decisamente alti.

La pubblicità fa leva sia sull’interesse personale che sull’orgoglio di far parte della cooperativa per promuoverne gli investimenti e il consolidamento.

Alla domanda “Perché i nostri risparmi alla Coop?” un volantino dell’epoca elenca queste motivazioni:
- PER sottrarre denaro alla speculazione
- PER rafforzare la cooperativa, PER migliorare il sevizio ai consumatori, PER svilupparne le attività sociali
- FATEVI SOCI E RISPARMIATE (…)

Come si vede, le motivazioni sono prevalentemente politiche nel senso più alto, nel senso di fare il bene della collettività. E anche in questo caso si rivela lo spirito di quegli anni, con un peculiare senso di appartenenza ad un gruppo di persone che condividono gli stessi ideali.

Le nostre storie