Laureata in filosofia nel 1986 presso l'Università di Firenze. Ha lavorato presso riviste di settore ed ha collaborato con l'Informatore Coop Unicoop Firenze con articoli, correzione di bozze, editing e redazione televideo. Ha formazione "nell'area dell'intercultura e della facilitazione delle interazioni comunitarie", ha frequentato il Laboratorio di comunicazione e avvio al giornalismo per adulti italiani e stranieri", organizzato dall'agenzia Eform e dalla rivista Testimonianze. Insegna in corsi per stranieri Lingua e Cultura italiana. È tornata a collaborare con Unicoop Firenze per redazione pubblicazioni, correzione bozze e editing, e per la produzione di comunicazione (cartacea e web) dell'iniziativa Il dì di festa.    

Anni 50, gita sociale a Collodi. Archivio storico Unicoop Firenze

Non solo i bambini al centro delle attenzioni della Cooperativa ma anche i giovani. Un esempio molto interessante si trova nelle carte della cooperativa di Uliveto Terme.

È l’estate del 1960 e si organizza un Campeggio scuola per i giovani dirigenti di circoli e delle case del popolo (…) a San Marcello Pistoiese dal 17 al 26 agosto. Si tratta di un vero e proprio corso che ha lo scopo di contribuire allo sviluppo di un più vasto movimento giovanile di massa per la introduzione nelle Case del popolo di una attività culturale più impegnata. (…) I temi del corso sono: - dibattito e ricerche sul fascismo e la resistenza; - le conquiste della scienza moderna e lo sviluppo della Società umana; - attività ricreative e culturali dei circoli giovanili: sport, gite, serate culturali, proiezioni cinematografiche, diffusione del libro.

Si sottolinea che il metodo di svolgimento del corso sarà essenzialmente attivo e creativo (…) con particolare attenzione agli aspetti metodologici e didattici delle attività. Il tutto mettendo a disposizione del corso il maggior materiale possibile alfine (sic) di abituare i giovani alla sua utilizzazione. Verrà pertanto curata una bibliografia (…) si utilizzerà il magnetofono e il giradischi (…) la filmina per le presentazioni didattiche, il microscopio proiettore, l’episcopio, etc.

Il meglio della tecnologia, quindi, a disposizione dei ragazzi e delle ragazze, da 50 a 80, per 10.000 lire, circa 250 € di oggi, per 10 giorni di campo scuola con vitto e alloggio. Però non erano comprese: lenzuola, federa e due coperte, oltre al materiale necessario per prendere appunti e seguire le varie attività in programma (libri e riviste sul fascismo e la Resistenza, sulla scienza, sulla organizzazione giovanile e popolare).

Le nostre storie