La sede della Sms di Rifredi durante il fascismo. Foto www.smsrifredi.it

A partire dal settembre 1907, con l’approvazione del nuovo Statuto, la sezione cooperativa della Sms di Rifredi fu aperta definitivamente al pubblico esterno con uno spaccio in piazza Socci (l’attuale piazza Dalmazia), dalla parte della scuola “Vittorino da Feltre”,successivamente demolita. Venne consentito lo smercio anche di prodotti non alimentari favorendo così ulteriormente l’aumento del proprio giro d’affari. Nell’arco di due anni le vendite raddoppiarono.

È in questo periodo che si iniziò a pensare alla necessità di costruire una nuova sede per la Sms, una vera e propria “Casa operaia” (come fu talora chiamata), in grado di rispondere in modo adeguato a tutte quelle attività necessarie alla prosperità della Sms. Fu inaugurata il 9 agosto 1914. Il reperimento dei capitali necessari fu il risultato di notevoli sforzi, quali il ritiro di parte delle quote sociali e la sottoscrizione da parte dei soci di “azioni di fabbricato”.

La sezione cooperativa si insediò con il proprio negozio nei locali appena dismessi della Sms, in via Vittorio Emanuele.

Le nostre storie