• 14/06/2017
  • SESTO FIORENTINO/CALENZANO

La fabbrica della bellezza

"La Manifattura Ginori e il suo popolo”: l’arte della porcellana attraverso i volti dei lavoratori. Oggi l’inaugurazione della mostra alla Biblioteca Ragionieri di Sesto Fiorentino. Da metà luglio l'installazione sarà visitabile anche nella galleria del Centro*Sesto

Prende il via oggi, mercoledì 14 giugno, la mostra “La fabbrica della bellezza. La Manifattura Ginori e il suo popolo” che si terrà fino al 1 ottobre 2017 presso la Biblioteca Ernesto Ragionieri di Sesto Fiorentino. Un progetto ideato da Tomaso Montanari, in collaborazione con l’Associazione Amici di Doccia, che celebra la storia e l’arte della Richard-Ginori attraverso i volti e i racconti delle donne e degli uomini che costituiscono il suo “popolo” di lavoratori. I videoritratti, realizzati dall’artista palermitana e fiorentina Matilde Gagliardo, colgono “la competenza e la fierezza di chi dà vita ai preziosi manufatti in porcellana prodotti nello stabilimento di Sesto Fiorentino”, raccontando la fabbrica “come era e come è” e di come il suo prestigio sia indissolubilmente legato allo “spessore umano e professionale delle persone che ne sono state parte e che vi lavorano attualmente”.

La videoinstallazione si compone di 21 monitor, allestiti al piano terreno della Biblioteca, su cui scorrono a ciclo continuo i Ritratti a creare un vero e proprio percorso emotivo nella Manifattura attraverso le immagini.

La mostra, realizzata grazie al contributo di Unicoop Firenze e della sezione Soci Sesto-Calenzano, è legata e complementare a quella in corso al Museo Nazionale del Bargello, “La fabbrica della bellezza. La Manifattura Ginori e il suo popolo di statue”.

L’ingresso alla mostra è libero nei giorni e negli orari di apertura della biblioteca. Sabato 24 giugno, 8 luglio, 16 e 23 settembre previste attività laboratoriali gratuite per bambini e adulti che avranno al centro il tema della manipolazione e della ceramica (prenotazione obbligatoria, 0554496851).

“Questa iniziativa è una nuova tappa della storia che unisce Unicoop Firenze a questo territorio e alla Richard Ginori. La collaborazione con questa azienda è parte della storia della nostra Cooperativa che nacque proprio a Sesto a fine ‘800. Nel corso degli anni abbiamo rinnovato il nostro sostegno in numerose occasioni, ultima, in ordine di tempo, l’iniziativa del 2011 “La Toscana è servita”, con la quale abbiamo inserito le porcellane Ginori nel nostro collezionamento, coinvolgendo così tutti i nostri soci e clienti in un’iniziativa importante, che ha permesso di aiutare l’azienda in un momento di forte difficoltà”, - afferma Claudio Vanni, responsabile relazioni esterne di Unicoop Firenze, - “Questa mostra è un omaggio ai singoli, ai volti e alle mani che hanno reso questa azienda così prestigiosa e nota in tutto il mondo. L’installazione è un’occasione per portare nuovamente all’attenzione un’eccellenza del nostro territorio. Per questo abbiamo pensato di portare l’installazione anche nella galleria del Centro* Sesto dove i tanti frequentatori potranno apprezzarla da metà luglio a metà agosto. Non solo: stiamo già lavorando per organizzare una cena di fine estate con le sezioni soci alle quali presenteremo l’installazione”.