I prodotti della cooperativa sociale Betadue in vendita con il marchio Tuttibuoni

Scritto da Sara Barbanera |    Febbraio 2018    |    Pag. 16

Laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università La Sapienza di Roma nel 2001, nel 2016 consegue la laurea in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale presso l'Università degli studi di Firenze.

È giornalista dal 2001, dopo la collaborazione con la cronaca umbra del Messaggero e con altri periodici locali.

Dal 2004 lavora in Unicoop Firenze dove, per 5 anni, ha svolto attività in vari punti di vendita, con un percorso di formazione da addetta casse a capo reparto servizio al cliente. Dal 2009 al 2011 ha coordinato le sezioni soci Coop di Firenze.

Dal giugno 2011 è direttore responsabile dell'Informatore Unicoop Firenze, responsabile della trasmissione Informacoop e della comunicazione digitale presso gli spazi soci Coop.

Orto betadue Prodotto locale

Vicini, sani, gustosi e sociali: queste le quattro parole chiave della cooperativa Betadue di Arezzo che, dall’orto alla tavola, ha messo a punto una linea di prodotti con il marchio Tuttibuoni, scelti da Unicoop Firenze fra i fornitori locali da valorizzare nei supermercati della zona, a partire da Figline, per arrivare poi a Montevarchi e Arezzo. Tris in agrodolce, salsa di pomodoro, melanzana violetta sott’olio, zucchino lungo, coltivati e raccolti negli orti locali della cooperativa che si occupa anche della lavorazione e del confezionamento nelle cucine del circuito di Betadue. Una linea che verrà prossimamente affiancata da verdure di cosiddetta “quinta gamma”, cotte a vapore e confezionate in vaschetta, pronte per il consumo quotidiano ancora fresche di raccolta.

Prodotti provenienti da una filiera tutta locale costruita sull’agricoltura sociale: un sistema virtuoso che, oltre a valorizzare i prodotti del territorio, rappresenta un importante canale di integrazione sociale attraverso il quale Betadue attiva percorsi di inserimento lavorativo per soggetti svantaggiati impiegati al fianco di personale esperto negli orti e nelle cucine della cooperativa.

Con questa novità Unicoop Firenze apre le porte a uno dei nuovi 200 fornitori locali inseriti dall’inizio del 2018, per dare visibilità e mercato alle tante piccole e medie imprese locali che hanno come punti di forza qualità, filiera corta e grande voglia di accettare la scommessa della grande distribuzione, come racconta Gabriele Mecheri, presidente di Betadue: «La nostra attività è nata per questo: per coniugare la qualità dei prodotti del territorio con il lavoro delle persone svantaggiate. Tenendo bene a mente le nostre parole chiave, siamo riusciti a portare i nostri prodotti nelle mense della nostra zona, nei catering e nei festival di strada e ora anche sui banchi di Unicoop Firenze: questo incontro è un’occasione importantissima per ampliare il nostro progetto di economia sociale locale, generare fatturato e, soprattutto, creare opportunità di lavoro e costruire una rete sociale forte perché la qualità della vita sul nostro territorio sia migliore per tutti».

Una qualità fatta di persone e di numeri che dal 1998, anno di nascita della cooperativa, sono cresciuti insieme allo sviluppo dell’impresa, che si occupa anche di igiene urbana, manutenzione del verde, pulizie, logistica,comunicazione integrata, organizzazione di eventi e servizi per gli uffici: parte della Rete Koinè, un gruppo di organizzazioni no-profit che sviluppano economie sociali, Betadue conta 300 lavoratori di cui 205 soci, 58 produttori del territorio, per un totale di 8 milioni di euro di ricavi totali; di questi, 1,8 milioni provengono dal settore alimentare, che conta otto cucine attive nella provincia di Arezzo e 2400 pasti al giorno.

Vicini, sani, gustosi e sociali: non potranno che essere Tuttibuoni.




Notizie correlate

orti urbani

La via dell’orto a Castelfranco

Centomila orti promossi dalla Regione

Video

Buoni e giusti

Controlli rigorosi sulla filiera ortofrutticola, per prodotti buoni anche eticamente

Video

Verdure in tutte le salse

È primavera, come utilizzare gli ortaggi di stagione