Sui banchi di Unicoop Firenze scottona 100% italiana

Scritto da Melania Pellegrini |    Febbraio 2018    |    Pag. 14

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

Carni

Provenienza nazionale e filiera corta: questi i criteri con cui, sempre più spesso, soci e consumatori selezionano i prodotti, selezione che si fa ancora più rigida se si tratta di prodotti freschi.

Anche in risposta a una domanda ormai diffusa da tempo, Unicoop Firenze ha spostato gli acquisti del reparto carni verso razze nazionali come la piemontese o la chianina e ha messo a punto un progetto per inserire in assortimento la carne di scottona tutta italiana, un animale nato, allevato e macellato in Italia.

«Inizialmente ci sono state delle difficoltà - spiega Simone Trucioni, del settore carni di Unicoop Firenze - perché la realtà zootecnica italiana non è molto fiorente. I maggiori allevamenti di carni bovine sono in Francia, dove nascono i capi che poi vengono allevati in Italia. Nel nostro Paese, infatti, gli allevatori sono più predisposti a gestire l'ultima fase della crescita del bestiame, in particolare per il vitellone. Come Unicoop Firenze abbiamo provato a dare una risposta alle richieste di soci e clienti e, con alcuni fornitori, abbiamo selezionato i capi giusti, lavorando sulla provenienza e sulla genetica. Tra le migliori razze da carne -continua Trucioni – sono stati scelti capi sia puri sia nati da incroci, per arrivare a una vera eccellenza nell'allevamento bovino. Unicoop Firenze ha poi chiesto agli allevatori una carne particolarmente tenera, di animali non oltre i 18 mesi, che in genere arrivano ad avere poco più di un anno e ai quali non vengono somministrati antibiotici negli ultimi quattro mesi di vita».

Grazie al progetto, avviato due anni fa, oggi la carne di scottona contrassegnata con una bandierina dell'Italia è disponibile nei punti vendita Unicoop Firenze, dai più piccoli ai superstore. L'ingresso nella famiglia dei prodotti Fior fiore, insieme alle preparazioni a base di carne di scottona, come gli hamburger, macinata e tartare si deve all’alta qualità di questa carne. 


La scottona non è un taglio di carne ma la femmina del bovino, di età fra i 12 e i 24 mesi, che non ha mai partorito. Se normalmente la carne di una femmina è sempre più tenera rispetto a quella del maschio, la scottona è una carne particolarmente morbida, perché magra e giovane, con tessuti maturi ma non sottoposti a sforzi. È riconoscibile dalle sottili venature di grasso presenti nel muscolo che, sciogliendosi in cottura, danno alla carne un gusto saporito. È indicata per preparazioni allo spiedo, alla griglia e sulla piastra.



Notizie correlate

Il quinto quarto

Polmone, cuore, milza e tante altre parti del vitello che diventano insolite e gustose pietanze


Bianca e rossa

Carne garantita e italiana. Novità: vitellone piemontese, carne magra e saporita


mucche mugello

Mucche felici, i vitelli meno

In Mugello i bovini pascolano liberi per molti mesi l’anno

Video