Il nuovo prodotto a marchio Coop arriva sugli scaffali

Scritto da Sara Barbanera |    Ottobre 2016    |    Pag. 14

Laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università La Sapienza di Roma nel 2001, nel 2016 consegue la laurea in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale presso l'Università degli studi di Firenze.

È giornalista dal 2001, dopo la collaborazione con la cronaca umbra del Messaggero e con altri periodici locali.

Dal 2004 lavora in Unicoop Firenze dove, per 5 anni, ha svolto attività in vari punti di vendita, con un percorso di formazione da addetta casse a capo reparto servizio al cliente. Dal 2009 al 2011 ha coordinato le sezioni soci Coop di Firenze.

Dal giugno 2011 è direttore responsabile dell'Informatore Unicoop Firenze, responsabile della trasmissione Informacoop e della comunicazione digitale presso gli spazi soci Coop.

Marchio Coop

Alcuni sono stati presentati, alcuni sono in arrivo e altri sono già sugli scaffali da mesi. L’operazione di rinnovo del prodotto a marchio è ora entrata nel vivo con nuove linee di prodotto, nuove garanzie di sicurezza e convenienza e una valorizzazione più marcata della qualità e territorialità dei prodotti. Piccole e grandi novità che Unicoop Firenze vive ogni giorno, informando e coinvolgendo soci, clienti e i tanti lavoratori, perché siano i primi a spiegare i cambiamenti e, perché no, a testare i prodotti.

Dei prodotti a marchio e della loro storia ultradecennale cosa resterà? E cosa cambierà? E i prezzi, anche quelli cambieranno? Se la risposta concreta verrà dal tempo, sulla carta il piano di lavoro è già tracciato; a illustrarcelo è Michele Palatresi, vicepresidente del Consiglio di gestione di Unicoop Firenze.


Da dove parte il rinnovamento del prodotto a marchio?

«Parte dalla storia e dalla conferma dei valori su cui è cresciuta la cooperazione: la tutela del consumatore, la salvaguardia dell’ambiente e l’impegno per favorire una coscienza critica dei consumi. Le tante novità serviranno a rafforzare le ragioni del prodotto a marchio e le sue caratteristiche di sempre: buono, perché è valutato dai soci che in più di cinquecentomila lo hanno approvato dal 2000 a oggi; sicuro, perché prodotti e fornitori sono costantemente monitorati e perché è gestito secondo il principio di precauzione rispetto ai rischi per la salute (no Ogm, senza olio di palma e senza coloranti artificiali); conveniente, perché ha il miglior rapporto qualità/prezzo; etico, perché è realizzato senza discriminazioni né sfruttamento del lavoro; ecologico, perché è rispettoso dell’ambiente in tutte le sue fasi».

Quale diventa la nuova missione del prodotto Coop?

«Proprio per trasferire al prodotto i valori legati all’insegna, tredici anni fa abbiamo creato un’immagine e una grafica unica e riconoscibile all’interno dei negozi. Oggi la nostra insegna subisce una sorta di omologazione rispetto ad altre della distribuzione, ma anche rispetto a un sistema cooperativo talvolta in difficoltà dal punto di vista della reputazione e della fiducia da parte del grande pubblico. Quindi occorre valorizzare il prodotto rispetto all’insegna. Il prodotto a marchio Coop è un patrimonio importante del punto vendita e della cooperativa. Resterà sempre e comunque un elemento di garanzia, in primis sul fronte della tutela del potere di acquisto dei soci e consumatori. Dovrà, però, inserirsi in un cambiamento più complessivo del nostro assortimento, che sarà organizzato non più solo per prodotti differenziati per marca, ma anche secondo i bisogni delle persone. Perché se dietro a un prezzo c’è solo un calcolo, dietro a un bisogno c’è sempre una persona; ed è proprio delle persone che la nostra cooperativa vuole prima di tutto occuparsi».


Quale sarà il nuovo panorama dei prodotti a marchio?

«Finora i cosiddetti prodotti “tutela” a marchio Coop erano identificati da un’immagine unica. Ora, invece, occorre lavorare per incrementare la percezione di valore, modernità e varietà di prodotti all’interno della grande famiglia a marchio Coop. Per fare un esempio, prima l’olio extravergine aveva una confezione non diversificata e i contenuti di valore non erano dettagliati, mentre ora si punta sulla completezza e la chiarezza delle informazioni sulla confezione che aiuteranno a valorizzare l’origine del prodotto. I prodotti “tutela” rimarranno quelli con cui rispondiamo ai bisogni quotidiani, alimentari e non, dei nostri soci e consumatori e manterranno quindi il miglior rapporto qualità-prezzo; al tempo stesso l’attuale grafica sarà superata con scelte che valorizzeranno la varietà e freschezza d’immagine dei prodotti. Le linee fior fiore, viviverde, Bene.sì, Solidal, Crescendo e Club 4-10 (che si fonderanno in una linea unica) saranno confermate e ulteriormente sviluppate. Accanto a queste verranno proposte nuove linee formate da alcuni prodotti già esistenti e da altri creati per l’occasione».


Buono, sicuro, aggiornato e…

«… conveniente! Questo requisito non può mancare, anzi forse è la priorità del momento. Questo cambiamento rafforza tutti i valori della Cooperativa, ma indubbiamente punta molto sul tema della convenienza, necessaria a realizzare la nostra missione. A parità di qualità, il nostro prodotto a marchio deve essere il più conveniente rispetto a quello di tutti i nostri concorrenti. E, al di là del packaging, del look e del nuovo nome di una linea, questo è un dato che i nostri soci e clienti potranno continuare a constatare, scontrino e portafoglio alla mano».


Le nuove Linee

I prodotti si raccontano

Amici speciali: una risposta al 55% delle famiglie italiane che possiede almeno un animale, con prodotti specifici, una nuova grafica e alcune proposte bio.

Origine: l’obiettivo è quello di valorizzare il controllo del percorso dalle materie prime al prodotto finito. Una confezione ricca di informazioni sulla storia e la qualità del prodotto.

Osa: una gamma completa di farine speciali e preparati per torte e dolci, pani, pizze, focacce con relativi accessori, come stampi, teglie e altro, per “osare” di più in cucina.

Casa: la detergenza che si caratterizza per una forte convenienza e con soluzioni ecocompatibili, come le ricariche.

Io: è la linea di prodotti per la cura della persona e per le esigenze quotidiane in modo completo, affidabile e innovativo. 

L'INTERVISTATO

Michele Palatresi

Vicepresidente del Consiglio di Gestione Unicoop Firenze


Notizie correlate


Il risparmio nel carrello

Il risparmio nel carrello

La risposta dei consumatori: più prodotti a marchio


Marchio Coop

Sicurezza a quattro zampe


Alle origini del logo

Una mostra nel prestigioso Museo del Novecento a Milano per gli ideatori del marchio Coop