È scomparso un grande amico della cooperativa

Scritto da Daniela Mori |    Aprile 2018    |    Pag. 7

Presidente del Consiglio di sorveglianza dell’Unicoop Firenze

Firma dell’accordo Unicoop Firenze e Accademia dei Georgofili, con Daniela Mori e Giampiero Maracchi

Foto S. Barbanera

Lutto

«È arrivato il momento di riappropriarsi delle conoscenze del territorio e delle tradizioni. Il nostro mestiere è essere vicini all’opinione pubblica e spiegare ciò che ancora esiste di buono e importante nella produzione agricola in Toscana»: queste parole il presidente dell’Accademia dei Georgofili, Giampiero Maracchi, le ha pronunciate in occasione della presentazione dell’accordo con l’Unicoop Firenze ed erano la perfetta sintesi di quello che potevamo fare assieme, cooperativa e Accademia. Maracchi non era solo uno scienziato, un professore di meteorologia, il promotore di istituzioni importanti come il Lamma (Laboratorio di monitoraggio e modellistica ambientale) della Regione Toscana. Era anche un formidabile divulgatore, capace di far intendere a tutti concetti articolati e complicati, come i cambiamenti climatici, il rapporto clima - agricoltura e le attività umane in relazione con la natura. Era soprattutto un toscano innamorato della sua terra, delle tradizioni, delle attività artigianali e dei mestieri che l’uomo ha saputo perfezionare. Ha collaborato per un anno anche con il nostro giornale, mese per mese, trattando dei cambiamenti di clima, ma anche della saggezza popolare che si era espressa con i proverbi nei secoli, scrivendo delle stagioni e dei prodotti della terra, con la sua scrittura vivace e semplice. Nel rapporto con noi mi ha sempre colpito l’entusiasmo che il professor Maracchi metteva nei progetti di educazione ambientale e di divulgazione dell’attività agricola dei territori toscani, che abbiamo portato avanti in questi due anni di collaborazione. Una collaborazione che ha, proprio quest’anno, la migliore realizzazione con la promozione dei prodotti della tradizione delle “micro-zone” della Toscana che verranno portate avanti nei nostri punti vendita da questo mese. Ci mancherà il professor Giampiero Maracchi e non solo all’Accademia dei Georgofili e a noi, ma alla Toscana e all’Italia. Il miglior modo di ricordarlo è proprio quello di continuare, noi e i dirigenti dell’Accademia dei Georgofili, il lavoro iniziato con rinnovato impegno.


Notizie correlate

Che tempo che fa

I cambiamenti climatici e i mancati rimedi visti dal professor Maracchi

Video

campagna toscana d'estate

I mesi della canicola

Luglio è il mese meno piovoso dell'anno, agosto è famoso per i suoi temporali