Scritto da Edi Ferrari |    Febbraio 2016    |    Pag. 35,36

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

Massimo Ghini

Eventi a sconto per i soci

Siena

Rinnovati e provincia

Prosa, danza e nuova drammaturgia si alternano nel cartellone del Teatro dei Rinnovati di Siena. Fra i prossimi appuntamenti in programma Un’ora di tranquillità, omaggio al vaudeville più brillante ambientato ai giorni nostri, un incastro fra vecchi e nuovi amori, tradimenti e bugie, giocato fra equivoci e battute esilaranti. Con Massimo Ghini e un folto cast in cui spiccano Claudio Bigagli e Massimo Ciavarro (dal 23 al 25 febbraio).

Il 27 febbraio uno degli spettacoli più acclamati della scorsa stagione, Il vizio dell’arte dell’inglese Alan Bennet, un ricco, intelligente e divertente gioco di “teatro nel teatro” per parlare di poesia, musica, etica, paura di invecchiare e, naturalmente, teatro, con due importanti personalità del secolo scorso: il poeta Wystan Hugh Auden e il compositore Benjamin Britten interpretati dai bravissimi Elio De Capitani e Ferdinando Bruni.

Per la danza, il 18 marzo Romeo y Julieta, versione tanguera del dramma shakespeariano.

Non sono da meno le proposte che arrivano dalla provincia. All’Alfieri di Castelnuovo Berardenga ci sono, fra gli altri, la giovane compagnia toscana Con-fusione teatro che presenta una personale rilettura del classico Romeo e Giulietta (5 febbraio). A seguire Daniela Morozzi e Emanuele Barresi, interpreti principali della commedia La fortuna si diverte (20 febbraio).

L’unione fa la forza e così quest’anno – dopo l’esperienza comune portata avanti per sei anni dai Comuni di Poggibonsi e Colle di Val d’Elsa e dai loro teatri, il Politeama e il Teatro del Popolo – anche il Comune di Certaldo e il nuovo teatro Multisala Boccaccio sono entrati nella costruzione di un unico cartellone di proposte per i tre teatri.

Prossimamente sul palcoscenico del Politeama arrivano un omaggio al pittore-simbolo della Parigi di inizio Novecento (Modigliani, 18 febbraio) e, per la danza, la rilettura del classico Il lago dei cigni della Compagnia Opus Ballet. Mentre al Teatro del Popolo la Compagnia della Rancia porta il musical Cabaret (8 e 9 marzo) e Ottavia Piccolo è la protagonista di 7 minuti, pièce di Stefano Massini su donne, lavoro e diritti, ispirata a una storia vera (31 marzo).

I cartelloni sono in convenzione per i soci.

Info: www.toscanaspettacolo.it (per Rinnovati e Alfieri) e www.politeama.info e www.teatrodelpopolo.it


Prato

Metastasio Jazz

Fabrizio Bosso

Non solo Stati Uniti: il jazz ha sviluppato forme autoctone anche in Europa, dove oggi fioriscono generi e stili che brillano per la loro originalità. A esplorare la vitalità della scena europea attuale e l’ampio raggio stilistico che la anima, è la XXI edizione di Metastasio Jazz – a Prato dall’8 al 29 febbraio.

Il primo e l’ultimo concerto dialogano con la grande tradizione statunitense di Thelonious Monk e Duke Ellington. Il primo (Monk’s Casino, 8 febbraio) viene riletto da un gruppo tedesco guidato dal pianista Alex von Schlippenbach, uno dei grandi innovatori del jazz europeo. Duke di Fabrizio Bosso (il 29) è invece un omaggio più classico ma non meno travolgente, guidato dalla tromba infuocata del grande solista e sferzato dai brillanti arrangiamenti di Paolo Silvestri che compie il miracolo di evocare i colori orchestrali ellingtoniani con un piccolo gruppo, compatto e aggressivo, costituito dai migliori musicisti della scena romana.

Una serata è dedicata all’arte del duo: il 15 febbraio il funambolico John De Leo, voce suggestiva e camaleontica, a suo agio nei repertori più diversi, dialoga con il pianoforte di Fabrizio Puglisi. Infine spazio ai talenti italiani: il 22 concerto di Francesco Cusa, che con il gruppo Assassins scrive da tempo una pagina musicale originale, ritmicamente vivace, non allineata alle correnti dominanti del jazz, ma carica di allusioni ai generi più diversi.

In programma anche concerti e conferenze (a ingresso libero).

Ingresso 18 euro, per i soci 14 euro.

Info: Teatro Metastasio, tel. 0574608501, www.metastasio.it

Firenze

Pergola a metà prezzo

Arriva al Teatro della Pergola di Firenze in prima nazionale Livada de vişini, una sorprendente e impressionante messa in scena de Il Giardino dei ciliegi di Čechov con cui il Teatro Nazionale di Cluj-Napoca (Romania) ha celebrato un doppio evento: i 110 anni dalla prima assoluta dello spettacolo, il 17 gennaio 1904 al Teatro d’Arte di Mosca, nella regia di Stanislavskij e i 110 anni dalla morte dell’autore, il 2 giugno del 1904. La regia è di Roberto Bacci.

Solo per la replica del 23 febbraio i soci possono usufruire dello sconto del 50% sul biglietto in tutti gli ordini di posti (platea 17 euro invece di 32, palchi 13 invece di 24, galleria 8 invece di 16). Massimo due biglietti ridotti a presentazione della tessera. Lo spettacolo è in rumeno con sovratitoli in italiano.

Info tel. 0550763333, www.teatrodellapergola.com

Pisa e provincia

Fra musica, letteratura e cinema

Marco Paolini

Si avviano al termine la stagione di prosa del Teatro Verdi di Pisa (La dodicesima notte di Shakespeare, e Silenzi di guerra, spettacolo sul primo conflitto mondiale, tutti e due a febbraio), e quella d’opera (La vedova allegra a febbraio e il Mefistofele di Arrigo Boito a marzo), per lasciare spazio alla rassegna di danza. Imperniata sulle suggestioni di un percorso danzato fra musica, letteratura e cinema, al Verdi ci saranno fra gli altri Aterballetto con Lego, 14’20” e Antitesi, tre titoli per scoprire la versatilità del più famoso ensemble di danza italiana (11 febbraio), e il Balletto di Milano con Anna Karenina, liberamente ispirato al romanzo di Tolstoj e sulle affascinanti musiche di Ciaikovskij (2 aprile).

A Pisa ci sono anche, come dicono i direttori artistici del Teatro Lux, Gabriele De Luca e Andrea Vescio, «una manciata di spettacoli provenienti dai quattro angoli dell’Italia, storie che provano a raccontare il nostro tempo, messe in scena da compagnie giovani». Fra questi La marcia lunga (due storie, due lingue e due culture, la calabrese e l’araba, e due religioni, si mescolano, coesistono attraverso la necessità della relazione, 20 febbraio) e Sürplàs, fotografia della giovane generazione contemporanea (9 aprile). In cartellone anche “Ritorno al passato”, progetto di “welfare culturale” alla riscoperta dei giganti del passato: fra maggio e giugno in scena Goldoni e le prime due commedie della sua Trilogia della villeggiatura.

Al Persio Flacco di Volterra va in scena Camera con vista, dal romanzo di Forster, divenuto celebre grazie al film di James Ivory (21 febbraio). Anche Una giornata particolare è divenuto famoso grazie al film di Ettore Scola: nei panni che furono di Sophia Loren e Marcello Mastroianni, ci sono ora Valeria Solarino e Giulio Scarpati (1° marzo).

Dal cinema al teatro anche per Ti regalo la mia morte, Veronika, che parte dell’opera cinematografica che Fassbinder ha dedicato alla rappresentazione e all’analisi della donna (28 febbraio). Fra gli altri spettacoli della stagione, l’omaggio di Toni Servillo alla cultura partenopea con Toni Servillo legge Napoli (21 marzo).

E infine Cascina, dove il cartellone de La Città del Teatro prosegue fino a maggio: fra i molti appuntamenti, segnalazione per Tante facce dalla memoria con sei storie di donne partigiane e non che nel ’44 vissero l’eccidio delle Fosse Ardeatine, e che è nato con l’ascolto delle registrazioni delle testimonianze dirette (20 febbraio). Nell’Amleto a Gerusalemme, che riunisce due protagonisti del teatro italiano, Gabriele Vacis e Marco Paolini, si parte dall’Amleto di Shakespeare per parlare della vita, soprattutto quella che si vive nei territori palestinesi occupati (2 maggio).

Le stagioni di questi teatri sono in convenzione per i soci.

Info: www.teatrodipisa.pi.it, www.teatrolux.it, www.teatropersioflacco.it, www.centroperlaricercateatrale, www.lacittadelteatro.it


Spettacoli nel carrello!

50 punti sulla Carta socio per gli acquisti nei punti Coop/Box Office.

10 febbraio

The Aristocrats

Firenze – Teatro Puccini

Da 19,20 € a 26,10 € (+ diritti di prevendita)

24 febbraio

Brian May – Kerry Ellis

Firenze – Obihall

Da 35 € a 60 € (+ diritti di prevendita)

25 febbraio

Max Gazzè

Firenze – Obihall

22 € (+ diritti di prevendita)

28 febbraio

Claudio Baglioni – Gianni Morandi

Firenze – Mandela Forum

Da 30,43 € a 73,91 € (+ diritti di prevendita)

8 marzo

Luca Carboni

Firenze – Obihall

Da 25 € a 32 € (+ diritti di prevendita)

17 marzo

Francesco De Gregori

Firenze – Obihall

Da 25 € a 55 € (+ diritti di prevendita)

20 marzo

Stadio

Firenze – Obihall

Non disponibile

11 aprile

Gigi D’Alessio

Firenze – Obihall

Da 22 € a 42 € (+ diritti di prevendita)