Da Sanremo al tormentone estivo di “granite e granate”

Scritto da Bruno Santini |    Luglio-Agosto 2017    |    Pag. 35

Attore e giornalista. Attore teatrale (con esperienze al fianco di S. Randone, E. M. Salerno, A. Asti...), cinematografico (in film di Pieraccioni, Monicelli, Panariello, Vanzina...) e televisivo (in fiction come 'La squadra', 'Carabinieri 2", "Vivere", "Questa casa non è un albergo"...). Giornalista dal 1990, è anche speaker ed autore radiofonico. E' il conduttore del programma televisivo "InformaCoop".

Francesco Gabbani Musica

Tra i protagonisti della seconda edizione del Musart festival Firenze 2017, dal 17 al 23 luglio in piazza Santissima Annunziata a Firenze, c’è pure Francesco Gabbani, vincitore del più recente Festival di Sanremo con il brano Occidentali’s karma . Corteggiato da tutti i media, nonostante i numerosissimi impegni, Gabbani ha trovato comunque il tempo per rispondere alle nostre domande e lo ha fatto con molto piacere.


Salire su un palco nel cuore di Firenze. Che sensazioni ti aspetti dal concerto del 21 luglio?

«Mi auguro che possa essere una serata magica. Firenze ha per me ha un significato particolare perché è proprio qui che è iniziato il mio percorso discografico quando Alex Neri e Marco Baroni produssero il mio primo disco: avevo solo vent’anni!».


“Musart” propone una formula, già collaudata con successo, che abbina i tesori dell’arte alla musica dal vivo... la canzone ha un aspetto culturale importante della nostra società?

«Considero giusta la definizione canzonetta,usata da Bennato nella nota canzone, per non prendersi troppo sul serio. Ma credo che tramite la canzone, magari anche ironica come spesso sono le mie canzoni, si possano proporre riflessioni più o meno profonde rispetto alla nostra esistenza».

Tra le granite e le granate ha tutte le carte in regola per essere il brano che accompagnerà la nostra estate. Colorato, fresco, vivace. Rispecchia il tuo attuale stato d’animo?

«È un brano che, proprio come Occidentali’s karma, ha un appeal divertente ma allo stesso tempo nasconde una riflessione sul fatto che spesso ci ritroviamo ad essere vittime del nostro desiderio sfrenato di cercare a tutti costi il divertimento forzato».


Video


Notizie correlate

Memo Remigi

Memo Remigi

Ricordi di un’epoca nel racconto del cantante di Innamorati a Milano


Concerti in villa

Musica, architettura e arte insieme nel Festival internazionale di San Giuliano Terme


La piazza, l’arte, la musica

A luglio concerti, visite guidate e gastronomia in una delle piazze più belle del mondo, quella della Santissima Annunziata a Firenze

Video