Scritto da Edi Ferrari |    Marzo 2004    |    Pag.

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

MUSEO PECCI
L'arte per i soci
Eventi
Costruito su progetto dell'architetto Italo Gamberini, il Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci di Prato è stato fondato nel 1988, in memoria del figlio dell'industriale Enrico Pecci. Accanto alla Collezione permanente, all'ampia programmazione di mostre temporanee, spettacoli, eventi multimediali, propone attività di documentazione, informazione e didattiche. Iniziative, queste ultime, particolarmente interessanti sia per l'obiettivo che si propongono - avvicinare il grande pubblico all'arte contemporanea - sia per le modalità: lezioni e incontri sono infatti a ingresso ridotto per i soci Coop.
Cominciamo con l'iniziativa dedicata alla mostra in corso - anzi, si tratta di due mostre parallele che presentano il lavoro di due grandi artisti italiani degli anni '50 e '60, Domenico Gnoli e Francesco Lo Savio - e due conferenze, il 1° e il 22 marzo, che vogliono approfondirne alcuni spunti.
Ci sono poi tre cicli di lezioni propedeutiche, dedicate all'arte del '900 (due moduli - prima metà del secolo e dal dopoguerra alla contemporaneità - che si propongono di introdurre il pubblico non specializzato ai movimenti e alle novità artistiche del XX secolo); alla storia del museo (il concetto di museo e la sua evoluzione nel tempo) e all'architettura del '900 (il suo sviluppo dall'inizio del '900 ai nostri giorni).
Per i soci Coop, la partecipazione ad una singola lezione (di qualsiasi corso) costa 5,00 €, per le conferenze 6,00 €; gli abbonamenti alle lezioni vanno da 25,00 a 80,00 €.

Centro Pecci, Sezione didattica, dal lunedì al venerdì 9/17, tel. 0574531911-0574531825.


Concerti
Si chiama "Alta fedeltà" la convenzione per i soci Coop con la PRG, e dà la possibilità di ricevere un biglietto omaggio ogni cinque acquistati per cinque spettacoli diversi. La tessera Alta fedeltà può essere richiesta all'ingresso dei singoli spettacoli, mentre per prenotare il biglietto omaggio è necessario telefonare allo 055667566.

2 marzo
Nek
Firenze - Saschall

9 marzo
Claudio Baglioni
Firenze - Palasport
Posti numerati da 26,50 a 48,00 euro

23 marzo
Roberto Vecchioni
Firenze - Teatro Verdi
Posti numerati da 17,30 a 40,30 euro


Teatro
Segnaliamo alcuni degli spettacoli in cartellone a marzo, per i quali i soci Coop usufruiscono di ingressi in convenzione.

Il 5 marzo al Verdi di Firenze serata all'insegna della comicità con "Sono tornato normale show", con Teo Teocoli: musica, cabaret, danza, in un "one man show" in cui l'artista è accompagnato da una band di rhythm'n'blues.
Teatro Verdi, tel. 055212320/2396242.

Il 23 marzo a Pontedera c'è "Paolo Villaggio: vita, morte e miracoli", di e con Paolo Villaggio: uno spettacolo teatrale ma anche un libro in cui l'attore racconta la sua vita, dall'adolescenza con il fratello gemello Piero e i compagni di scuola ai tempi più recenti, e con bellissime pagine dedicate alla figura del padre e all'amicizia con Fabrizio De Andrè. Da segnalare anche il 30 "Eduardo al Kursaal", cinque atti unici di Eduardo De Filippo, con Silvio Orlando.
Fondazione Pontedera Teatro (Pisa), tel. 058755720/57034.

Fra le molte proposte del Teatro di Pisa, il 6 e 7 marzo Alessandro Haber in "Bukowski", spettacolo costituito da poesie, canzoni, pensieri e racconti ricavati dalla sterminata produzione dello scrittore, e accompagnati da un quartetto di musicisti jazz; mentre chi ha amato lo straordinario romanzo di Bulgakov non potrà perdere l'appuntamento, dal 19 al 21, con "Il Maestro e Margherita". Trent'anni di successi per "Les Ballets Trockadero de Montecarlo", compagnia composta di soli uomini che mette da sempre in scena rivisitazioni parodistiche e ironiche delle più celebri coreografie della danza classica e moderna: a Pisa il 14 marzo.
Fondazione Teatro di Pisa, tel. 050941111.