Frutti gustosi e alleati della nostra salute

Scritto da Melania Pellegrini |    Febbraio 2016    |    Pag. 14,15

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

Salute

A febbraio si rinnova nei punti vendita di Unicoop Firenze l’appuntamento con la salute: in collaborazione con Oranfrizer, storico fornitore della cooperativa, saranno organizzate diverse iniziative che andranno dagli incontri con i medici, in collaborazione con Simg, Società italiana di medicina generale e delle cure primarie, a eventi, promozioni e assaggi, che avranno come protagonisti gli agrumi.

Grazie a questi appuntamenti, sarà possibile ricordare a tutti come sia importante, per tutelare la nostra salute, assumere corretti stili di vita e alimentari: mangiar bene, ma non a discapito del gusto, e impegnarsi in un’attività fisica adatta.

Una delle prime regole in cucina è seguire la stagionalità di frutta e verdura, perché da queste dipende una parte importante dei nutrienti necessari per affrontare la stagione in corso. In inverno, ad esempio, aumenta il fabbisogno di vitamina C.

La dose giornaliera raccomandata varia a seconda di sesso ed età. Un uomo adulto sano ne dovrebbe assumere ogni giorno circa 105 mg, per proteggere adeguatamente il proprio organismo. Il che vuol dire circa 150 g di arance rosse: 1 o 2 frutti medi mangiati ai pasti o durante la giornata.

Le arance a polpa rossa hanno più qualità organolettiche rispetto alle bionde. Il loro aroma è intenso e delicato, il gusto della polpa e del succo è dolce e acidulo al tempo stesso; hanno un alto contenuto di sostanze benefiche per l’organismo, 441 composti, e un basso apporto calorico (circa 34 Kcal per 100 g).

Fra i principi contenuti nelle arance rosse, ci sono 14 vitamine, la più famosa è la C ma contengono anche importanti vitamine del gruppo A, sali minerali, amminoacidi, enzimi, carboidrati, carotenoidi, flavonoidi e acidi idrossicinnamici.

Le arance rosse sono caratterizzate dalla presenza di antocianine, un potente antiossidante naturale che aiuta il nostro organismo a contrastare i radicali liberi.

Le antocianine o antociani sono quelle sostanze che in natura contribuiscono a dare il colore ai vegetali (questa parola deriva dal greco, anthos, fiore, e kyáneos, blu). Ogni pianta ne contiene in quantità diversa, a seconda della varietà e delle condizioni in cui cresce, del suolo, della luce e temperatura.

L’Arancia Rossa di Sicilia Igp (Indicazione geografica protetta) nasce alle pendici dell’Etna. Il vulcano ha reso il suolo particolarmente fertile, e il clima, soleggiato e secco, è caratterizzato dalla forte escursione termica, oltre 10 gradi di differenza fra il giorno e la notte. Un clima perfetto per far maturare arance Rosse, Moro, Tarocco o Sanguinello, che qui arrivano ad avere un colore e un gusto unici.

Anche se l’arancia da sempre è considerata un frutto invernale, grazie alla ricerca e alle tecniche di coltivazione più avanzate, possiamo trovarle in vendita da ottobre fino a primavera inoltrata. Le prime ad arrivare sono le bionde, a ottobre, mentre le rosse si raccolgono da dicembre.

Il prezioso succo dell’arancia (circa il 50% del frutto) e la sua polpa (il 20%) sono protetti da una buccia spessa (circa il restante 30%) che è una vera corazza che protegge il contenuto dagli eventi atmosferici, vento, pioggia e grandine. Quindi, anche se a volte l’aspetto esteriore non è perfetto, all’interno il frutto è intatto.

L’arancia può essere mangiata come frutto, una volta sbucciata, oppure usata in cucina per molteplici piatti. Per scoprire le sue qualità si potrà assistere in alcuni punti vendita all’Orankitchen, un cooking show itinerante ideato da Oranfrizer per proporre l’uso alternativo degli agrumi in cucina.

Sotto gli occhi dei nostri soci e clienti gli agrumi si trasformeranno in appetizer, primi, secondi piatti e dolci.

Le arance Tarocco in cartone da 3 kg saranno in offerta per i nostri soci dal 1° al 15 febbraio.

Speciale salute

Appuntamenti con i medici

Foto Torrini Fotogiornalismo

Nel corso di febbraio, mese dedicato alla salute, con i medici presenti all’interno delle nostre gallerie commerciali, si parlerà di stili di vita e abitudini alimentari corrette. Gli incontri sono fissati per il sabato, la prima occasione sarà il 6 febbraio.

Gli incontri si svolgeranno a Ponte a Greve, Sesto Fiorentino, Navacchio (via Fossovecchio) e Arezzo (viale Amendola). I successivi appuntamenti con i medici avranno luogo, il 13, a Lastra a Signa, Prato Pleiadi, Pontedera (via Terracini) e Figline Valdarno, e il 20 a Gavinana, Empoli (via Sanzio), Lucca (viale Puccini) e Poggibonsi (via Salceto). 

Infine il 27 i medici saranno presenti a Novoli, Montelupo Fiorentino, Montecatini Terme (via Biscolla) e Siena (via delle Grondaie).

Lo chef consiglia

In attesa di scoprire cosa proporrà lo chef Carmelo Chiaramonte durante i minicorsi di cucina d’autore che terrà in questi incontri, ecco un’idea dello chef Ylli Dedej per iniziare a preparare un piatto semplice, gustoso e inusuale: caciocavallo grigliato con confettura d’arancia rossa.

Per sei persone servono 6 arance rosse, 600 g di caciocavallo fresco e 150 g di zucchero.

Le arance vanno sbucciate e tagliate a pezzi, messe sul fuoco aggiungendo lo zucchero e mescolando spesso fino ad arrivare alla consistenza della confettura.

Il caciocavallo va tagliato a fette da 1 cm da grigliare in padella o in piastra. Le fette grigliate vanno adagiate sul piatto insieme alla confettura e si decora il tutto con delle fette d’arancia.