Orzotto con carciofi

Preparazione 25 minuti

Cottura 30 minuti


Ingredienti per 4 persone

300 g di orzo perlato

4 carciofi piccoli

1 spicchio d’aglio

1 scalogno

1/2 l di brodo vegetale

5 cucchiai di olio extravergine d’oliva

5 cucchiai di Parmigiano reggiano Dop

1 foglia d’alloro

1 cucchiaio di erbe tritate (prezzemolo, basilico, maggiorana)

sale


Lessate l’orzo in abbondante acqua salata per circa 25 minuti con l’alloro e l’aglio intero. Nel frattempo pulite i carciofi eliminando le foglie esterne più dure e la barba interna e tagliateli a fettine sottili.

Rosolate lo scalogno tritato in una casseruola con 2 cucchiai d’olio, aggiungete i carciofi e fate soffriggere per 4-5 minuti.

Scolate bene l’orzo eliminando l’alloro e l’aglio e aggiungetelo nella casseruola con i carciofi. Bagnate con il brodo, un mestolo alla volta, e cuocete fino al completo assorbimento. Mantecate l’orzo con il parmigiano grattugiato, le erbe tritate, 3 cucchiai di olio d’oliva e servite.


Viene chiamato orzo perlato l’orzo che subisce un processo di raffinazione (detto appunto perlatura) attraverso il quale viene eliminata la buccia esterna del seme. Per questo motivo, l’orzo non ha bisogno di ammollo preventivo e si cucina subito dopo un lavaggio accurato. Il tempo di cottura si aggira intorno alla mezz’ora.


Vino consigliato Trebbiano d’Abruzzo


Cardi gratinati

Preparazione 20 minuti

Cottura 60 minuti


Ingredienti per 4 persone

1,5 kg di cardi

1/2 l di latte

1 cucchiaio di maizena

5 cucchiai di Pecorino toscano Dop Fior fiore

1 limone

sale e pepe



Pulite bene i cardi eliminando le costole più esterne e dure, le foglie, le radici e i filamenti fibrosi. Tagliateli a pezzi di 5 cm e metteteli in una ciotola con acqua acidulata con il succo del limone in modo da non farli annerire. Lessateli in acqua salata per circa 1 ora.

Nel frattempo in una casseruola portate a ebollizione il latte, quindi aggiungete la maizena e poi il pecorino grattugiato. Cuocete fino a quando il composto avrà raggiunto una densità simile a quella di una besciamella. Lasciate intiepidire e amalgamatevi un pizzico di sale e pepe a piacere.

Scolate i cardi, disponeteli in una teglia imburrata, distribuitevi sopra la crema di formaggio e cuocete prima in forno a 220°C per 10 minuti, quindi passate sotto il grill per qualche minuto. Servite i cardi ben caldi.


Vino consigliato Friuli Collio Ribolla Gialla



Quiche ai carciofi

Preparazione 50 minuti

Cottura 50 minuti


Ingredienti per 4 persone

250 g di pasta sfoglia Coop

10 cuori di carciofo

200 ml di panna da cucina

1 uovo

70 g di Parmigiano reggiano Dop

prezzemolo

olio extravergine d’oliva

sale e pepe


Cuocete i cuori di carciofo in acqua bollente salata per circa 10 minuti, quindi scolateli, tagliateli a metà e saltateli in padella con olio e prezzemolo. Nel frattempo amalgamate in una ciotola la panna, il formaggio grattugiato e l’uovo.

Disponete in una pirofila la pasta sfoglia, distribuitevi sopra i carciofi, versate la salsa a base di uova e formaggio in modo uniforme e infornate a 200°C per 20-30 minuti.

Da gustare sia fredda sia tiepida.



Vino consigliato Sauvignon Friuli Colli Orientali Fior fiore



Torta di cardi

Preparazione 20 minuti

Cottura 15 minuti


Ingredienti per 6 persone

1 kg di cardi

120 g di Parmigiano reggiano Dop 30 mesi Fior fiore

70 g di burro

2 uova

1 limone

150 g di farina bianca "00"

olio extravergine d'oliva

noce moscata

sale



Pulite i cardi e tagliateli a pezzi di circa 5 cm di lunghezza; ammollateli in acqua acidulata con il succo del limone per circa 30 minuti.

Lessate i cardi in abbondante acqua salata aggiungendo 1 cucchiaio di farina. Scolateli e asciugateli bene. Passateli poi nelle uova sbattute e nella farina e friggeteli in abbondante olio d'oliva.

Scolateli su carta assorbente e riponeteli in una teglia imburrata formando degli strati; a ogni strato spolverizzate con parmigiano grattugiato, noce moscata, un pizzico di sale e completate con fiocchetti di burro.

Fate gratinare la torta di cardi sotto al grill del forno alla massima potenza per 6 minuti e servitela ben calda.


Il cardo è un ortaggio invernale di forma simile al sedano, ma appartenente alla stessa famiglia dei carciofi. La parte commestibile del cardo è il gambo, che ha un gusto simile a quello del carciofo, ma con sfumature che ricordano il sedano.


Vino consigliato Freisa di Chieri




Notizie correlate

Cardo e caciotta

Caciotta vegetariana da un’antica ricetta contadina del Mugello


Coste golose

Una ricetta locale storica,protagonista il sedano