Header_cultura

Per sogni e per chimere

Enti e teatri convenzionati

Spettacoli nel carrello

Fai la spesa e prenota il teatro!

La Fondazione Ragghianti a Lucca presenta “Per sogni e per chimere. Giacomo Puccini e le arti visive”, a cura di Fabio Benzi, Paolo Bolpagni e Maria Flora Giubilei, una mostra che approfondisce il rapporto tra Giacomo Puccini e gli artisti del proprio tempo e l’influenza che il compositore e la sua estetica esercitarono sulle arti visive in Italia tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento. Una ricerca intesa a restituire al pubblico nuovi elementi, suggestivi spunti d’indagine e molte opere inedite.

Realizzata dalla Fondazione Ragghianti in collaborazione con la Fondazione Giacomo Puccini, il Centro Studi Giacomo Puccini, la Fondazione Simonetta Puccini per Giacomo Puccini, l’Associazione Musicale Lucchese e l’Archivio Storico Ricordi, con il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Lucca, dei Comuni di Lucca, Viareggio, Massarosa e Pescaglia e della Fondazione Banca del Monte, e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, l’esposizione nasce intorno a un nucleo di dipinti e sculture ispirate a Puccini (compresi alcuni suoi ritratti di Giovanni Boldini, Giacomo Grosso, Lino Selvatico, Edoardo Gelli, Aleardo Villa, Leonetto Cappiello, Arturo Rietti, Paolo Troubetzkoy) e ai personaggi e alle situazioni dei suoi melodrammi, pur non limitandosi all’iconografia.

Un secondo filone importante oggetto d’indagine è quello degli artisti legati al clima naturalista (Pompeo Mariani e Vespasiano Bignami), scapigliato (in primis Tranquillo Cremona ed Eugenio Gignous) e soprattutto tardo-scapigliato, come Luigi Conconi e Roberto Fontana, con cui Giacomo Puccini fu in contatto durante il suo soggiorno milanese negli anni Ottanta dell’Ottocento.

Non meno interessante è la ricerca condotta intorno a quelle figure di pittori e scultori che, attratti dalla sua personalità, ebbero modo di lasciare concrete testimonianze dei loro rapporti con Puccini, talvolta lavorando anche nelle sue dimore in Versilia: Galileo Chini, Plinio Nomellini, Luigi De Servi, Antonio Discovolo, Amedeo Lori, Edoardo De Albertis, Lina Rosso, Lionello Balestrieri, Libero Andreotti, soltanto per citarne alcuni.

Un’attenzione particolare è dedicata al gruppo di pittori toscani – Ferruccio Pagni, i fratelli Angiolo e Ludovico Tommasi, Francesco Fanelli – raccolti intorno al Circolo “La Bohème” di Torre del Lago e legati a Puccini sia sotto il profilo biografico, sia per motivi di comune sentire artistico.

Significativi sono infine quegli artisti che il maestro apprezzava e di cui collezionava le opere, o che contribuirono a determinare, come Gaetano Previati, un gusto estetico sensibile alla suggestione “musicalista”, che trovarono nel compositore toscano un equivalente musicale.

Senza tralasciare, ovviamente, personalità di ragguardevoli fotografi come Mario Nunes Vais, Emilio Sommariva, Attilio Badodi e Giovanni Artico, che dedicarono inquadrature particolari a Puccini, nonché gli autori di manifesti delle prime rappresentazioni dei melodrammi del compositore (Adolfo Hohenstein e Leopoldo Metlicovitz) e alcuni bozzetti scenografici, abiti ed elementi d’arredamento.

“Per sogni e per chimere” si suddivide quindi tra le diverse “aree” citate, esponendo oltre 120 opere – provenienti dai più importanti musei e teatri italiani, integrate da preziosi pezzi inediti custoditi in collezioni private – rappresentative di artisti vicini ai temi e al clima espressivo pucciniani, inserite nell’allestimento coinvolgente della famosa scenografa Margherita Palli (suo l’allestimento dell’“Andrea Chénier” che ha aperto, il 7 dicembre scorso, la nuova stagione lirica del Teatro alla Scala). Rilevante lo spazio riservato anche alla fotografia e ai documenti originali, con l’obiettivo di presentare a tutto tondo una tendenza estetica cui Puccini contribuì in maniera decisiva con le proprie opere, in un clima stilistico di passaggio fra tardo-naturalismo, Scapigliatura, Simbolismo e Liberty. Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti – Complesso monumentale di San Micheletto, via San Micheletto 3, Lucca. Info 0583 467205 www.fondazioneragghianti.it.

 

Visite guidate per i soci

Il 17 giugno, il 1° e 15 luglio, il 5 e il 19 agosto, e il 2 e il 16 settembre: visite guidate gratuite alla mostra presso la Fondazione Ragghianti (alle ore 11) con ingresso ridotto (3 euro), e visita guidata gratuita al Puccini Museum – Casa Natale Lucca (ore 15) con ingresso ridotto (6 euro).

Il 16 giugno e 30 giugno, il 14 luglio, il 4 e 18 agosto, e il 1° e 15 settembre: visite guidate gratuite alla mostra presso la Fondazione Ragghianti (alle ore 10) con ingresso ridotto (3 euro), e visita guidata gratuita alla Villa Puccini di Viareggio in via Buonarroti (ore 15) con ingresso gratuito.

La prenotazione è obbligatoria. Per prenotare le visite: visite@puccinimuseum.it tel. 05831900379. Info www.fondazioneragghianti.it.

 

 

Villa Puccini a Viareggio

Per tutta la durata della mostra “Per sogni e per chimere – Giacomo Puccini e le arti visive”, realizzata dalla Fondazione Ragghianti, la Fondazione Giacomo Puccini apre al pubblico in via straordinaria la Villa di Viareggio del Maestro Giacomo Puccini per tutto il periodo estivo.

Fino al 22 settembre la Villa sarà visitabile ogni sabato dalle 15 alle 19. Le visite avranno una durata di circa 50 minuti, con ingressi ogni 60 minuti. L’ingresso è gratuito. Occorre prenotare la visita al seguente indirizzo mail visite@puccinimuseum.it o telefonando allo 05831900379 dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18.

La Villa, progettata dall’architetto Vincenzo Pilotti e dall’ing. Federico Severini, fu costruita su un terreno adiacente alla pineta di Viareggio, acquistato da Giacomo Puccini nel 1915. Il Maestro vi si trasferì nel dicembre del 1921 e qui il Maestro compose gran parte della sua ultima e incompiuta opera Turandot. Da questa Villa partì nel novembre del 1924 alla volta di Bruxelles per sottoporsi ad un intervento chirurgico per curare un cancro alla gola. A Bruxelles morì poche settimane dopo, il 29 novembre.

Tutte le date

Da: 18/05/2018

A: 23/09/2018

Iniziative speciali

Prezzo per i soci: 3,00 €

Prezzo per i non soci: 5,00 €

Eventi in evidenza

Nascita di una Nazione

16/03/2018 - 22/07/2018

Campi estivi nei Musei Civici Fiorentini

01/06/2018 - 14/09/2018

Gong

02/06/2018 - 14/10/2018

MusArt Festival

17/07/2018 - 28/07/2018

MusArt Festival

17/07/2018 - 28/07/2018