Header_cultura

Ifigenia, Liberata

Enti e teatri convenzionati

Spettacoli nel carrello

Fai la spesa e prenota il teatro!

Ispirato ai testi di Eraclito, Omero, Eschilo, Sofocle, Euripide, Antico e Nuovo Testamento, Friedrich Nietzsche, René Girard, Giuseppe Fornari. Progetto e drammaturgia di Angela Demattè e Carmelo Rifici. Regia Carmelo Rifici. Con (in ordine alfabetico) Caterina Carpio, Giovanni Crippa, Zeno Gabaglio, Vincenzo Giordano, Tindaro Granata, Mariangela Granelli, Igor Horvat, Francesca Porrini, Edoardo Ribatto, Giorgia Senesi, Anahì Traversi. Scene Margherita Palli. Costumi Margherita Baldoni. Scene realizzate dal Laboratorio di Scenografia “Bruno Colombo e Leonardo Ricchelli” del Piccolo Teatro di Milano - Teatro d'Europa. Costumi realizzati dalla Sartoria del Piccolo Teatro di Milano - Teatro d'Europa. Maschere Roberto Mestroni.Musiche Zeno Gabaglio. Disegno luci Jean-Luc Chanonat. Progetto visivo Dimitrios Statiris. Regista assistente Agostino Riola. Assistenti alla regia Emiliano Masala e Francesco Leschiera. Assistente scenografa Francesca Greco. Assistente costumista e sarta di scena Giulia-Claudia Gambi. In video Maximilian Montorfano, Jacopo Montorfano e Agnese Chiodi.

“Lo spettacolo nasce dall’esigenza di indagare, ancora una volta, come un leitmotiv dei miei ultimi lavori, l’uso della violenza, sia a livello macroscopico sia nel microcosmo familiare. Ciò che mi inquieta fortemente è questa ineliminabile caratteristica dell’essere umano di distruggere, di chiudere. Nella sua continua evoluzione tecnologica e scientifica la nostra specie non ha mai fatto a meno delle guerre, del sangue, della sopraffazione. Perché?

Ancora oggi gli uomini cedono alla violenza, non trovano altro modo per combatterla se non usandola a loro volta, sempre in nome di un padre da vendicare, di un territorio da difendere, di un Dio da obbedire. E mentre il mondo è sempre più occupato a prendersi cura delle proprie vittime, le vittime non cessano di diminuire. ‘Ifigenia, liberata’ tenterà di svelare l’annosa questione della nostra natura violenta”.

Tutte le date

Da: 22/03/2018

A: 25/03/2018

Fondazione Teatro Metastasio - Teatro Fabbricone

Agevolazioni per i soci

Contatti

Centralino 0574 6084, biglietteria 0574 608501

www.metastasio.net

Indirizzo

Via Targetti, 10, PRATO (Prato)

Prezzo per i soci: Riduzione del 20%

Prezzo per i non soci: 17,00 €

(Posto unico numerato.)

Eventi in evidenza

Nascita di una Nazione

16/03/2018 - 22/07/2018

Campi estivi nei Musei Civici Fiorentini

01/06/2018 - 14/09/2018

Gong

02/06/2018 - 14/10/2018

Zubin Mehta / Sir András Schiff I

28/06/2018

Ci scusiamo per il disagio

30/06/2018 - 01/07/2018

MusArt Festival

17/07/2018 - 28/07/2018

MusArt Festival

17/07/2018 - 28/07/2018