29 febbraio 2016 - Abbraccia il Battistero

Unicoop Firenze ribadisce il significato della campagna di raccolta fondi per il restauro del Battistero di Firenze e conferma la destinazione della cifra donata all’Opera del Duomo Leggi la notizia...

Abbraccia il battistero

L'iniziativa di sottoscrizione popolare lanciata da Unicoop Firenze con l'Opera del Duomo per contribuire al restauro del Battistero di Firenze

16 aprile 2015. In mille per abbracciare il Battistero!

24 ottobre 2015. Torna alla luce il Battistero di Firenze, finalmente libero dai ponteggi e restaurato

Un sostegno popolare

200 mila euro raccolti, oltre 15 mila persone coinvolte, che hanno donato quello che potevano (minimo 5 euro) in denaro, con i punti fedeltà ottenuti facendo la spesa, o partecipando alle cene organizzate (a Serre Torrigiani e cena dei cooperatori) per la raccolta fondi di Abbraccia il Battistero, l'iniziativa promossa da Unicoop Firenze con Opera del Duomo partita ufficialmente a gennaio 2015 e conclusa lo scorso 30 giugno.
Più del 50% di coloro che hanno contribuito con denaro (o punti della spesa) hanno donato almeno 10 euro, ma c’è anche chi ne ha dati 50. In tempi di crisi, non è un fatto da poco. Chi ha versato più di dieci euro verrà iscritto nel registro dei benefattori dell’Opera conservato nell’Archivio dell’Opera dopo aver rilasciato autorizzazione all’utilizzo dei dati personali), passando in qualche modo alla Storia.

A queste cifre si sommano i contributi di Unicoop Firenze: che al netto dei diritti di agenzia e dei costi gestionali hanno portato altri 50mila euro nelle casse dell’Opera.

In questa direzione è importante ricordare la partecipazione di 3000 persone alle visite guidate al Battistero riservate ai soci Coop, un gioiello d'arte e storia visitato dai turisti di tutto il mondo (ma paradossalmente poco conosciuto dai fiorentini).

Grazie ad una campagna unica nel suo genere in Italia non solo i fiorentini ma tutti i toscani hanno fatto proprio l’obiettivo di conservazione di un bene unico e prezioso.
Abbraccia il Battistero è stato un evento di mecenatismo popolare che è cresciuto progressivamente come un’onda, ma il contributo di Abbraccia il Battistero non può essere solo monetizzato perché questa campagna ha aiutato a diffondere la conoscenza di una delle più antiche e suggestive opere d’arte di Firenze, e a creare un legame più stretto fra i cittadini e i beni culturali.

Visite guidate

Per conoscere meglio una delle più antiche chiese di Firenze, sono state organizzate delle visite guidate per i soci Unicoop Firenze che comprendevano anche l’accesso ai matronei che hanno riscosso grande interesse e attenzione. Tutto esaurito per entrambi gli appuntamenti, quello primaverile e quello invernale.

Guarda le foto dell'azione collettiva dello scorso 16 aprile: in mille persone per il Battistero! (Foto M.D'Amato)

 

Guarda le foto della merenda sul Ponte Vecchio del 25 aprile 2015:  il ricavato destinato al restauro del Battistero (Foto TorriniFotogiornalismo)

Guarda le foto della cena delle cooperative organizzata per raccogliere fondi per l'iniziativa al Teatro Obihall di Firenze il 23 marzo 2015

Il restauro

Diretto e finanziato dall’Opera di Santa Maria del Fiore, con un milione e ottocentomila euro, il restauro in atto riguarda le otto facciate esterne e la copertura del Battistero in materiale lapideo (marmo bianco serpentino verde di Prato e porfido). Si tratta di un intervento conservativo per eliminare gli strati di incrostazioni nere e i depositi di sostanze inquinanti, e per consolidare e ridefinire gli elementi marmorei che nel tempo si sono degradati. Un’operazione che fa parte di un più ampio progetto di riqualificazione di piazza del Duomo, centro del sistema museale dell’Opera di Santa Maria del Fiore, che prevede anche la pulitura e il restauro di tutte le facciate marmoree dei monumenti per un totale di 40.000 metri quadrati di superficie. L’ultimo restauro risale a circa 70 anni fa.

Il manifesto per promuovere la campagna "Abbraccia il Battistero"